Type

Database

Creator

Date

Thumbnail

Search results

26 records were found.

ALLERGENIC REACTIONS TO LUPIN PROTEINS: STUDY OF THE CROSS-REACTIVITY Elena Sirtori1, Harry J. Wichers2, Huub F. J. Savelkoul2, Anna Arnoldi1 1Laboratory of Food Chemistry and Mass Spectrometry, Department of Endocrinology, Pathophysiology and Applied Biology, University of Milan, Italy. 2Allergy Consortium, Wageningen University and Research Center, Wageningen, The Netherlands. elena.sirtori@unimi.it Some literature information indicates that lupin ingredients, used in pasta and bread products, may provoke severe allergic reactions. According to the European Food Safety Authority (EFSA), since lupin flour contains IgE-binding proteins that show in vitro cross-reactivity with peanut, lupin flour could pose a risk to consumers with existing food allergies. Therefore, lupin was added to the EU list of known allergens (Commission ...
DIFFERENT EXPERIMENTAL APPROACHES TO HIGHLIGHT THE RELATIONSHIP BETWEEN INDUSTRIAL PROCESSING AND PROTEIN/PEPTIDE INTEGRITY IN BIOACTIVE PEA PROTEINS Sirtori1 E., Resta2 D., Isak1 I., Arnoldi1 A. 1Department of Endocrinology, Pathophysiology and Applied Biology, University of Milan, 20133 Milan, Italy. 2HPF-Nutraceutics, 20133 Milan, Italy. E-mail: elena.sirtori@unimi.it Background: During the last decade food industry has increased its attention on functional foods, defined as any food or food ingredient able to provide an health benefit beyond the nutritional properties. The nutraceutical properties depend on the presence of bioactive components such as proteins or peptides with an in-vivo biological effect. Several literature data reported many examples of food bioactive proteins characterized by different biological activities su...
Il lupino è una delle materie prime che negli ultimi anni ha maggiormente destato l’interesse dell’industria alimentare. Questa pianta, appartenente alla famiglia delle leguminose, viene coltivata nell’area Mediterranea fin dall’antichità a scopo alimentare e come ingrediente mangimistico. Il seme è particolarmente interessante dal punto di vista nutrizionale per l’elevato contenuto proteico. Recentemente diversi gruppi di ricerca hanno messo in evidenza interessanti proprietà biologiche (ipocolesterolemizzante [1], antipertensiva [2], e ipoglicemizzante [3]), che lo rendono molto interessante come ingrediente di alimenti funzionali. Essendo la biodiversità del lupino molto elevata, in quanto molte cultivar di più specie sono utilizzate in diversi paesi del mondo, è necessario mettere a punto sistemi di rintracciabilità analitica per ...
DIFFERENT EXPERIMENTAL APPROACHES TO HIGHLIGHT THE RELATIONSHIP BETWEEN PROCESSING PARAMETERS AND PROTEIN/PEPTIDE INTEGRITY IN LUPIN PROTEINS Sirtori Elena1, Resta Donatella2, Brambilla Francesca1, Arnoldi Anna2 1Laboratory of Food Chemistry and Mass Spectrometry, Department of Endocrinology, Pathophysiology and Applied Biology, University of Milan, Italy. 2HPF-Nutraceutics, Milan, Italy. elena.sirtori@unimi.it During the last decade functional foods have gained attention from the Food Industry because of their nutraceutical properties and role in the maintenance of good health. Lupin is developing as functional ingredients since it has been shown experimentally to have hypocholesterolemic and hypotensive properties. Since it is known that industrial processing causes protein denaturation and, consequently, a certain degree of pro...
THE NUTRACEUTICAL PROPERTIES OF LUPIN SEED: FOCUS ON PROTEINS AND PEPTIDES. Arnoldi Anna, Boschin Giovanna, Resta Donatella, Scigliuolo Graziana, Sirtori Elena Dipartimento di Endocrinologia, Fisiopatologia, Biologia Applicata (DEFIB), Università degli Studi di Milano, Via Balzaretti 9, 20133 Milano, Italy. * anna.arnoldi@unimi.it Seeds of Lupinus albus have been used as food by the Mediterranean populations for over 4,000 years, whereas other lupin species L. angustifolius and L. luteus has been used mostly as feed. In recent years, the introduction of sweet cultivars has enormously expanded the possibility of using lupin both in human and livestock nutrition. The high protein content (about 35-40%) indicates that lupin has the potential to become a useful source of protein ingredients to be exploited in replacement for milk, egg, ...
MESSA A PUNTO DI UN METODO HPLC PER LA VALUTAZIONE DELL’ATTIVITÀ ACE-INIBITORIA DI PROTEINE VEGETALI Giovanna Boschin,1 Elena Sirtori, 1 Graziana Scigliuolo, 2 Donatella Resta, 2 Anna Arnoldi1 1 Dipartimento di Endocrinologia, Fisiopatologia e Biologia Applicata, Laboratorio di Chimica degli Alimenti e Spettrometria di Massa, Università degli Studi di Milano, via Balzaretti 9, 20133 Milano. 2 HPF-Nutraceutics, via Balzaretti 9, 20133 Milano. Le patologie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte nei Paesi industrializzati. Per combattere tali patologie possono essere pianificate strategie preventive che tengono conto dei maggiori fattori di rischio, quali ipercolesterolemia e ipertensione. Questi fattori sono legati in parte allo stile di vita, comprese le abitudini alimentari, e possono quindi essere influenzati da op...
In tempi recenti si è assistito, in campo alimentare, ad una notevole crescita dell’interesse nei confronti di nuovi ingredienti bioattivi per la preparazione di alimenti “funzionali” in grado di apportare sostanziali benefici alla salute dell’individuo. Il mercato dei nutraceutici è considerato oggi particolarmente profittevole ed il sottosettore dei prodotti per la prevenzione delle malattie cardiovascolari ha sicuramente enormi potenzialità. In tale ambito, è ormai ben conosciuta l’attività ipocolesterolemizzante delle proteine della soia, ampiamente dimostrata da numerosi studi. La ricerca e la caratterizzazione di fonti proteiche vegetali, alternative alla soia, ha assunto sempre maggiore importanza e ha spostato l’attenzione verso colture tradizionali quali il lupino. Tale legume risulta essere particolarmente interessante per l...
E’ largamente riconosciuto che le malattie cardiovascolari, prevalenti in tutto il mondo, sono promosse da uno stile di vita inadeguato, inclusa una dieta scorretta: il miglioramento della qualità nutrizionale e l’assunzione di alimenti e/o integratori dietetici innovativi con proprietà funzionali possono essere utili strumenti di prevenzione. Nel caso delle malattie cardiovascolari, gli alimenti funzionali devono influenzare positivamente i più importanti fattori di rischio, in particolare l’ipertensione arteriosa e l’ipercolesterolemia. E’ utile precisare che, malgrado si assista ad una crescente richiesta di alimenti funzionali e integratori per questo settore, l’elenco di ingredienti attivi disponibili è piuttosto ristretto. Inoltre, c’è una grossa preoccupazione da parte delle aziende, perchè una normativa recente Europa richiede ...
Want to know more?If you want to know more about this cutting edge product, or schedule a demonstration on your own organisation, please feel free to contact us or read the available documentation at http://www.keep.pt/produtos/retrievo/?lang=en